Asilo nido “Domenico D’Alessio”

ASILO NIDO COMUNALE DI APRILIA “DOMENICO D’ALESSIO”

via Giustiniano s.n.c, 04011 Aprilia (LT)
Tel: 339.3211484 – 3925526194
Email: nidoaprilia@babyandjob.it
Orari di apertura dal lunedì al venerdì dalle 7.00 alle 17.30

L’Asilo nido Domenico D’Alessio è il primo asilo nido comunale sul territorio di Aprilia. Rivolto alle famiglie residenti nel Comune di Aprilia e ai loro bimbi dai 3 mesi ai 3 anni.

L’asilo nido si propone come Servizio di conciliazione dei tempi di vita professionale e di vita privata.

La prima sensazione dei cittadini che valicano la soglia della struttura è di trovarsi in un luogo a misura di bimbo, quella dei genitori è di un Servizio pensato per le famiglie. Non sfuggono, invece, ai professionisti del settore educativo, le grandi possibilità che la struttura offre al proprio lavoro, in spazi pensati nel rispetto di grandi e piccini.

La proposta educativa, di ispirazione montessoriana, si fonda sul concetto di “bambino capace e competente”, si arricchisce poi delle contaminazioni più recenti della pedagogia reggiana e pikleriana, perché l’intervento educativo risponda al naturale bisogno del bambino di apprendere ed esprimersi. Ruolo altrettanto centrale è destinato alle famiglie, che trovano nel servizio uno spazio di accoglimento e supporto alla genitorialità.

PUNTI DI FORZA

In un contesto territoriale giovane, costituito prevalentemente da famiglie con bambini, molte delle quali pendolari per lavoro rispetto a Roma, Baby & Job realizza, sul territorio, un’importante azione catalizzante rispetto alle associazioni locali, le famiglie, i professionisti del sociale, svolgendo una importante lavoro di rete, per la tutela e la diffusione di una cultura che rispetti l’infanzia e le famiglie.  Si propone dunque una metodologia basata sull’integrazione del servizio di asilo nido pubblico con le forze vive del territorio, per progetti di riciclo creativo, percorsi di prevenzione della salute del bambino e delle famiglie, incontri in biblioteca, visite e uscite presso i servizi offerti dal territorio

Tre le attività proposte:

Cestino dei tesori (6-12 mesi): mira a sviluppare nei bambini al primo anno di vita la coordinazione occhio-mano-bocca e le capacità cognitive. L’elemento centrale è un cestino di materiale naturale col fondo piatto pieno di oggetti di uso comune costruiti preferibilmente con materiali naturali.

Il gioco euristico (12-24 mesi): oggetti di diverso materiale, dimensione, colore e forma, sono contenuti, omogenei per tipo, in sacche chiuse. I bambini agiscono sugli oggetti spostandoli dentro e fuori, selezionando, mettendo in serie, discriminando, paragonando, infilando e facendo pile, facendo rotolare e mettendo in equilibrio, concentrandosi e migliorando le abilità cognitive e di manipolazione.

Il “telo azzurro” (10-24 mesi): è una variante della scatola azzurra adatta ai bambini più piccoli. L’attività viene proposta ai bambini attraverso un grande telo azzurro, sul quale è stata predisposta farina gialla. I bambini sono liberi di esprimersi attraverso il corpo, sentire e conoscere con il tatto questo nuovo materiale lasciando traccia di sé, con le mani, i piedi ed il corpo.

Le meraviglie dell’acqua (18-36 mesi): i bambini raggruppati intorno a un recipiente pieno di acqua ed altri oggetti (che galleggiano, affondano, assorbono) possono sperimentare le proprietà dell’acqua, le trasformazioni che subisce e quelle che fa subire ad altre sostanze (dissoluzioni, miscugli, etc.) inducendo il bambino ad operare le prime astrazioni.

Costruttività materica (18-36 mesi): Il concetto di costruttività materica permette al bambino delle esperienze pratiche con il materiale offerto: materiale di riciclo, in legno (cubi e rettangoli di differenti misure) o naturale (bastoni, foglie, bacche, pigne, piantine) che stimolano il bambino nella sperimentazione di seriazioni, abbinamenti, equilibri, altezze, pesi e accostamenti, elaborando le prime astrazioni numeriche come strumento per interpretare la realtà esperita.

Luci ed ombre (24-36 mesi): l’educatore porterà i bambini in una stanza buia con pareti sgombre su cui proietterà con una torcia le figure intagliate oppure con l’ausilio di apparecchi proiettori proporrà giochi con luci colorate. I bambini saranno invitati a riconoscere i soggetti proiettati o i colori, successivamente saranno loro stessi a proiettarli.

Laboratorio degli odori: si crea un angolo e un percorso con piante aromatiche che i bambini piantano con l’aiuto degli educatori, curano, annaffiano con gli appositi strumenti.

Giochi motori all’aperto: organizzazione di diversi percorsi senso motori all’aperto, differenziati per fascia di età, che aiutano il bambino a raggiungere la consapevolezza dell’Io corporeo. I numerosi stimoli motori saranno realizzati con macrostrutture, palle di varie dimensioni, attrezzi, ecc.

Osservando il cielo: l’educatrice esorta i bambini a osservare il cielo e le nuvole, sdraiati su grandi teli di stoffa.

Escursioni in giardino: uscite programmate durante tutto il corso dell’anno, per esplorarlo, osservarlo nei cambiamenti dovuti alle stagioni e raccogliere il materiale naturale.

Perché il nido rappresenti uno spazio fisico e simbolico per soddisfare esigenze di bambini e famiglie, diverse sono le proposte migliorative ed integrative, presenti nell’offerta formativa:

Laboratorio Musicaninfasce®: la Music Learning Theory (E. Gordon), si fonda sul presupposto che la musica si possa apprendere secondo processi analoghi a quelli con cui si apprende il linguaggio. Il corso è svolto da insegnanti AIGAM e immerge il bambino nei suoni musicali fin da piccolo, dandogli la possibilità di sviluppare un proprio vocabolario di suoni.

Laboratorio di lingua di inglese: per bambini dai 20 mesi in su, il metodo del format narrativo veicola l’apprendimento dell’inglese attraverso la creazione di un contesto in cui si parla, vive e agisce solamente nella nuova lingua.

Laboratorio di psicomotricità: il laboratorio fa riferimento ai principi di B. Aucouturier, per il quale l’“espressività psicomotoria è intesa come la maniera originale e privilegiata del bambino di essere al mondo”. Le lezioni avranno cadenza settimanale nel bimestre maggio-giugno.

Drammatizzazione teatrale: consiste in un percorso per stimolare fantasia, intuito e percezione attraverso l’uso e la conoscenza di corpo e voce. L’espressione teatrale sarà il filo conduttore per elaborare e sviluppare importanti tematiche didattico-espressive, partendo da una favola e una scenografia che i bambini conoscono.

Baby fattoria: realizzato in collaborazione con una fattoria itinerante autorizzata, il progetto prevede l’allestimento, nell’area esterna, di percorsi e recinti per i cuccioli della fattoria. Questo tipo di iniziativa crea grande curiosità e divertimento nei bambini.

Gita di primavera: organizzata dallo staff in collaborazione con le famiglie, alla fine dell’anno, viene prevista una gita di una mattinata per i bambini della sezione grandi. La gita ha forte valenza emotiva per le famiglie che diventano consapevoli dell’autonomia acquisita dai propri figli, in un contesto non più “protetto” come quello del nido.