Centro infanzia interaziendale Hibiscus

CENTRO INFANZIA INTERAZIENDALE HIBISCUS (Condominio Hibiscus)

Via Pio Emanuelli, 1 00143 Roma
Tel. 06.51531394 – 3926604823     
E-mail: hibiscus@babyandjob.it
Orario apertura dal lunedì al venerdì 07.30-18.30 
 

Il Centro Infanzia Hibiscus è una struttura 0-6 anni che può accogliere complessivamente 37 bambini in età di asilo nido (3- 36 mesi) e 25 bambini nella sezione di scuola di infanzia (3-6 anni).

La proposta educativa, si fonda sulla comune condivisione di valori tra famiglie ed educatori, con riferimento alla pedagogia di Montessori, al Reggio Approach e l’introduzione del Modello di lavoro aperto che valorizza l’autonomia e la responsabilità dei bambini.

Gli ampi spazi e le proposte educative incentivano l’esperienza autonoma di ciascun bambino, rafforzano l’autostima e la sicurezza di sé per la maturazione dell’identità e la capacità di iniziativa, sollecitano comunicazioni e relazioni interpersonali, favoriscono la concentrazione individuale e attivano i rapporti di reciproco scambio e di reciproco aiuto, contribuendo alla formazione di sentimenti di amore e rispetto per l’ambiente, per le cose e per gli altri.

PUNTI DI FORZA

  • Insegnamento della lingua inglese con insegnante quotidianamente presente e completamente integrata nelle attività didattiche e di routine quotidiane;
  • Presenza mensile del pediatra nel Centro Infanzia;
  • Laboratori di musica, teatro, yoga e psicomotricità tenuti da personale specializzato;
  • Un ampio spazio esterno ad uso esclusivo con percorsi motori, giochi d’acqua, giardino dei fiori, orto e frutteto per potenziale l’outdoor education;
  • La preparazione dei pasti nella cucina del Centro con utilizzo di prodotti biologici e Km0
  • Consulenza educativa e seminari tematici.

TRA LE ATTIVITA’ PROPOSTE

Attività di vita pratica

Viene svolta in uno spazio organizzato per le attività di cura dell’ambiente. Questa esperienza consente di raggiungere obiettivi d’apprendimento in modo semplice, attraverso un percorso di prove ed errori. Gli esercizi che vengono eseguiti riguardano la cura dell’ambiente, (pulire, spazzare, lavare i piatti, curare i fiori, le piante e piccoli animali) la cura della persona, (vestirsi, spogliarsi, pettinarsi, lavarsi) e le interazioni sociali (salutare, presentarsi, etc). Tutte queste attività stimolano i bambini alla conquista dell’indipendenza, promuovono la cura ed il rispetto per il proprio ambiente di vita, favoriscono la coordinazione dei movimenti, promuovono la disponibilità alla collaborazione, favorendo inoltre atteggiamenti di sicurezza e fiducia in se stesso.

L’educazione sensoriale

Nello spazio destinato all’educazione sensoriale, si favoriscono le esperienze sensoriali di tipo tattile, visivo, manipolativo e costruttivo. I materiali strutturati rappresentano uno degli elementi più importanti dell’ambiente montessoriano, essi costituiscono un sistema di oggetti che permettono la classificazione delle qualità sensoriali nell’ambiente che gli accoglie. Essi promuovono il riconoscimento e la discriminazione di forme, colori, dimensioni, sensazioni tattili, uditive e delle più svariate forme di manipolazione ed esplorazione sensoriale.

L’educazione della lingua, all’ascolto e del libro

Sono attività volte a promuovere la comunicazione, l’interesse per la lingua scritta e per formulare le prime ipotesi di lettura e scrittura, per sollecitare il piacere di leggere, per confrontarsi, elaborare e rielaborare fiabe, narrazioni e racconti di esperienze personali. Attraverso le esperienze di tipo linguistico i bambini avranno la possibilità di acquistare fiducia nelle proprie idee, emozioni, ricordi e confrontarsi attraverso il dialogo con i fatti, le informazioni e il punto di vista degli altri, promuovere un linguaggio ricco e articolato da utilizzare con pluralità di funzioni. Sviluppare la capacità di ascoltare, comprendere e rielaborare vissuti personali, racconti, fiabe e narrazioni con codici diversi e promuovendo il piacere della lettura e della prima produzione di segni grafici.

L’educazione allo sviluppo della mente matematica e delle osservazioni scientifiche

In uno spazio organizzato per  promuovere  l’osservazione,  l’esplorazione,  la  ricerca,  la scoperta e la formulazione di  ipotesi  sulle  realtà  che  ci circondano,  si  svolgono  attività  che  promuovono  una  prima sistematizzazione  delle  ipotesi  sul  mondo  che  ci  circonda  e favorendo in modo consapevole ed organizzato atteggiamenti di scoperta,  interesse,  progettazione. Lo scopo di questa esperienza è il potenziamento e il rafforzamento  delle strutture psicologiche del pensiero del bambino, essa infatti allena la mente a pensare e a comprendere i procedimenti del pensiero.

L’atelier artistico

Al centro della scuola si trova uno spazio comune attrezzato per svolgere le attività espressive come la pittura. I bambini trovano a loro disposizione, sistemati su un apposito mobile, foglio bianchi di varie misure, puntine per appenderli alla parete, pennelli e colori da posizionare nelle tavolozze. Questo ambiente permette al bambino di sperimentare le capacità espressive e costruttive, la coordinazione dei movimenti, padroneggiare strumenti e tecniche espressive e propri dei linguaggi non verbali per esprimere intenzioni, sentimenti ed emozioni.

L’atelier della luce

In questo spazio i bambini possono emozionarsi, lasciarsi stupire ed incuriosire, manipolare ed indagare e i diversi aspetti della luce; si fonda su un’immagine di bambino ricco di potenzialità e competenze, e sul riconoscimento dei 100 linguaggi che appartengono sin dalla nascita, come dotazione personale, a tutti gli esseri umani. Attraverso strumenti di supporto (proiettore e/o tavolo luminoso), che interagiscono con la luce sia a livello del gioco che della fase concettuale, ai bambini viene permesso di vivere un’esperienza plurisensoriale sfruttando al meglio trasparenze e luminosità e offrendo alla creatività maggiori possibilità di emergere.

L’educazione cosmica attraverso la cura dell’orto

Lo spazio esterno all’aperto consente, oltre al gioco libero, numerose attività per avvicinare i bambini alla natura e per indurli alla «educazione cosmica» intesa come percorso di conoscenza delle leggi che regolano la vita. In una parte del giardino è stato organizzato un orto dove i bambini avranno la possibilità di migliorare la capacità di osservazione, di scoprire e riconoscere le proprietà delle piante e le caratteristiche degli animali, apprendendo con interesse grazie alla propria diretta esperienza.

Laboratorio del Fare e del pensare

Il laboratorio del fare è un angolo, pensato e strutturato dall’ educatore per permettere al bambino di vivere esperienze creative e introspettive, che stimolino il pensiero, la riflessione e la fantasia. Per l’allestimento del laboratorio si utilizzano materiali naturali e di recupero (stoffe, cerniere, rametti di legno, foglie, scatole, rotoli di cartone, tappi, scarti di cornici etc.) che permettono al bambino, ormai grande per il cestino dei tesori e per il gioco euristico, di continuare l’esperienza di esplorazione e scoperta.